Il Microblading: la nuova frontiera del trucco semipermanente per sopracciglia

face

Consiglio di SFERA

access_time

31 gennaio 2019

La salute del corpo e della nostra mente dipendono molto dal modo in cui ci rapportiamo con gli altri. Il nostro volto è il principale comunicatore, e anche il più piccolo difetto del viso può impedirci di essere a nostro agio nel rapporto con le altre persone.

L’estetica decorativa nasce proprio con lo scopo di coprire asimmetrie e difetti che provocano imbarazzo o malessere. Grazie a tecniche specifiche, l'estetica decorativa permette di rimarcare i tratti più gradevoli del volto, donandogli nuova freschezza, luminosità e giovinezza.

Una rivoluzione per la bellezza e la cura delle sopracciglia

Il microblading è una delle tecniche estetiche più utilizzate per dare forma e pienezza alle sopracciglia, componente importante del volto capace dona intensità allo sguardo incorniciando il viso.

Sono molte le donne con sopracciglia svuotate, rade, o prive di base o di coda. Spesso, in questi casi, l'intervento con un trattamento estetico rappresenta l’unica soluzione al problema.

Il microblading è stato ideato a Pechino nel 1989, unendo una penna a una lama (in inglese blade, da cui il nome della tecnica) composta da aghi disposti a pettine. Quest'ultima, attraverso un disegno manuale, riesce a ricamare delle linee sottili che seguono il senso di crescita dei peli naturali.

È attualmente una delle tecniche estetiche più diffuse poiché, simulando un'arcata sopracciliare con un effetto ottico pelo a pelo, è in grado di donare un effetto estremamente naturale.

In cosa consiste il trattamento?

Il trattamento si compone di tre diverse fasi:

  • Consulenza: viene svolto un vero e proprio studio dei lineamenti del viso, degli eventuali cedimenti dovuti all'avanzare dell'età, del colore e del sottotono della pelle, per garantire un risultato più duraturo nel tempo
  • Disegno: vengono stabiliti il disegno e il colore più appropriato per il viso della persona
  • Prima seduta: attraverso il disegno di peli realistici, il pigmento viene depositato negli strati dell'epidermide

Il risultato al termine della prima seduta può apparire eccessivamente scuro ma il pigmento, costituito da micromolecole organiche, col tempo si schiarisce di circa un 50-60%. Con la seconda seduta, che si tiene dopo circa 30-40 giorni, si definisce il colore finale e si correggono eventuali asimmetrie.

Istruzioni per l'uso

Per preservare l'effetto del trattamento nel tempo è importante seguire qualche accortezza. Innanzitutto, a trattamento avvenuto, è meglio evitare per almeno 10/15 giorni l'esposizione solare, le saune, i bagni turchi e in generale gli ambienti troppo umidi. Per questo si consiglia di non sottoporsi al trattamento nei mesi estivi ma di farlo piuttosto da settembre ad aprile, quando le temperature sono più fredde.

Il trattamento non è permanente, ma necessita di un richiamo ogni 18/24 mesi, anche se la durata può variare ed essere soggetta a diversi fattori come l'età, l'esposizione solare, l'assunzione di farmaci, il grado di idratazione e il tipo di pelle e soprattutto la cura che si dà alla zona trattata nel post-trattamento.

Per sottoporsi al trattamento di microblading non bisogna aver effettuato nelle ultime due settimane botox, filler, peeling chimici, blefaroplastica, trattamenti di radiofrequenza, sedute di lampade abbronzanti né altri trattamenti di medicina estetica che siano andati a incidere sui lineamenti del volto.

È inoltre obbligatorio evitare l'assunzione di retinolo, cortisone e antibiotici, perché potrebbero compromettere il risultato finale del microblading, che è sconsigliato ai diabetici, a chi soffre di malattie di coagulazione o a chi assume farmaci che interferiscono con la coagulazione, e alle donne in gravidanza e in allattamento.

Con la giusta preparazione pre e post trattamento, e grazie alla conoscenza e alla professionalità di un'operatrice qualificata, il microblading è in grado di assicurare un risultato estremamente naturale, che conferisce al viso un'espressione più rilassata e distesa, e una nuova luminosità al volto.

 

Alessandra Riccheo, “Estetica & Benessere”, Farmacia Comunale della Stazione Imola

 

Articoli Correlati

access_time

23 maggio 2019

Conosciamo la nostra pelle per imparare a proteggerla.

face

Consiglio di SFERA

La pelle è esposta più di ogni altro organo all'effetto dei raggi solari, del vento, del clima secco o umido e degli inquinanti ambientali. Esporsi...
Leggi di più
access_time

13 maggio 2019

Crono e Foto invecchiamento. Come tutelarci dai segni del tempo.

face

Consiglio di SFERA

Esistono due diversi tipi di invecchiamento cutaneo: il crono invecchiamento e il foto invecchiamento. Capiamo insieme cosa sono e come si differenziano,...
Leggi di più
Scopri di più sul nostro blog

Ultime news ed eventi

Serata Korff

today

1 gennaio 1970

place

Farmacia Comunale n. 2 – Marconi
Faenza

Il 19 giugno, presso la Farmacia Comunale n. 2 di Faenza, la prima serata Korff. Dalle 19.00 alle 20.30...

Camminata della Salute di Faenza

today

20 giugno 2019

place

Faenza, RA, Italia

Il 20 giugno non perdere un'occasione per il tuo benessere! SFERA organizza un'altra camminata non competitiva...

Camminata della Salute di Castel San Pietro Terme

today

5 giugno 2019

place

Golf Club le Fonti, Viale Terme, Castel San Pietro Terme, BO, Italia

Torna, per la sua 4 edizione, la  Camminata della Salute di Castel San Pietro Terme. Lo scopo dell’evento,...