La ripresa dell'attività sportiva: evitiamo gli infortuni muscolari.

face

Consiglio di SFERA

access_time

18 settembre 2018

La ripresa dell'attività sportiva dopo la pausa estiva è un momento tanto eccitante quanto delicato. Da un lato c'è la nostra voglia di rimetterci in moto, e magari di perdere quel paio di chili guadagnati durante le vacanze. Dall'altro c'è il nostro corpo, la muscolatura che si è fatta meno tonica, e il calo nella resistenza e nella propensione al gesto atletico. 

Un movimento sbagliato, un carico inconsueto, uno sforzo inatteso o eccessivo: basta poco per incappare in un infortunio. Temutissimi da tutti gli sportivi, contratture, stiramenti e strappi sono lesioni del nostro tessuto muscolare caratterizzati da un'evidente sintomatologia dolorosa. A cui si accompagnano effetti tutt'altro che trascurabili dal punto di vista psicologico. Azzerarne il rischio è di fatto impossibile, ma con qualche semplice accorgimento possiamo ridurlo, e garantirci una ripresa serena, priva di spiacevoli inconvenienti. 

Prima regola: prenderla dolce.

tappetino yoga palestra

Mai farsi prendere dalla voglia di strafare. Quando ricominciamo, evitiamo gli sport ad alta intensità fisica, e quelli che da troppo tempo non pratichiamo. Per riabituare articolazioni, muscoli e apparato cardio-respiratorio è necessario partire da movimenti semplici, di tipo fitness, via via aumentando intensità e complessità dell'esercizio. 

Seconda regola: prepararsi con cura.

corsa nel parco

Lo stretching aiuta sempre a prevenire gli infortuni, e a maggior ragione è utile farlo in questa situazione. Prevediamo almeno un quarto d'ora/venti minuti di riscaldamento, da dedicare a movimenti leggeri e ripetuti di allungamento della muscolatura, al fine di migliorarne flessibilità e vascolarizzazione. Schiena e gambe per cominciare, seguiti da quei gruppi muscolari che saranno più sollecitati dall'attività che ci apprestiamo a fare. E se ripetiamo il tutto al termine dell'allenamento il beneficio sarà doppio.

Terza regola: mangiare funzionale.

insalata dieta

L'allenamento comincia a tavola. La vitamina C è fonte di collagene, la più importante proteina strutturale ed elemento fondamentale del tessuto connettivo. Via libera dunque ad agrumi, verdure (in particolare quelle a foglia verde scuro), broccoli, peperoni, fragole e kiwi. Le ossa avranno grandi benefici da un giusto apporto di calcio, magnesio e vitamina D. Li possiamo trovare nei cereali integrali, nella frutta a guscio, nel tonno, nel salmone e nello sgombro. Questi ultimi sono ricchi anche di omega-3 e omega-6, importanti per tessuti e articolazioni così come lo zinco, contenuto in carne rossa, lenticchie, tacchino e riso integrale. Fondamentale è mantenere la corretta idratazione. Un tessuto disidratato è più sensibile a colpi e lesioni, per questo è buona prassi bere almeno 2 litri d'acqua al giorno e idratarci anche durante l'allenamento.

Articoli Correlati

access_time

24 giugno 2019

Extension ciglia: come rendere lo sguardo magnetico

face

Consiglio di SFERA

Le extension ciglia sono una pratica estetica molto in voga, volta a rendere le proprie ciglia naturali più lunghe e più folte. Come suggerisce il nome...
Leggi di più
access_time

24 giugno 2019

Salute in viaggio

face

Consiglio di SFERA

L’estate è finalmente arrivata! Siete pronti per partire? Siete diretti verso un paese esotico? Non rovinatevi la vacanza con problemi di salute che...
Leggi di più
Scopri di più sul nostro blog

Ultime news ed eventi

Giornata Bionike

today

22 luglio 2019

place

Farmacia Comunale della Stazione
Imola

Il 22 luglio è all'insegna del make up alla farmacia comunale della Stazione di Imola. Dalle 10 alle...

Controllo venoso in farmacia

today

20 luglio 2019

place

Farmacia Comunale Bertella
Castel San Pietro

Sabato 20 luglio vieni a trovarci presso la farmacia comunale Bertella di Castel San Pietro per scoprire...

Mattina Miamo

today

15 giugno 2019

place

Farmacia Comunale n. 2 – Marconi
Faenza

 Il 15 luglio vieni a trovarci presso la Farmacia n.2 di Faenza e scopri i protocolli Miamo: ti faremo...